lavorare con problemi uditivi
4 consigli (+1) per lavorare meglio in ufficio quando si hanno problemi uditivi
March 13, 2023
Ipoacusia sul lavoro: lavorare come cameriera quando si hanno problemi uditivi
April 14, 2023

5 luoghi comuni da sfatare sui problemi uditivi

luoghi comuni su problemi uditivi

L’ipoacusia è un fenomeno che la maggior parte delle persone non conosce o non sperimenta direttamente, anche se magari hanno intorno a sé persone che devono fare i conti con questa condizioni.

Riguardo a questa tematica sono tutt’ora diffuse alcune convinzioni e preconcetti sbagliati, che spesso creano confusione e non aiutano a comprendere le problematiche che devono affrontare le persone ipoacusiche ogni giorno.

Ne abbiamo selezionati 5 tra quelli più comuni.

1) La perdita dell’udito è legata all’età

La prima di queste idee sbagliate è che molte persone pensano che la sordità o l’ipoacusia siano causate dalla vecchiaia. Non è sempre così! Alcune persone nascono con problemi uditivi o li sviluppano a età diverse a causa di vari fattori.

Oltre alla vecchiaia, ecco infatti alcuni dei motivi alla base della perdita dell’udito:

  • Fattori genetici
  • Esposizioni a forti rumori
  • Infezioni dell’orecchio
  • Malattie o patologie
  • Farmaci ototossici

2) Sordità e ipoacusia sono la stessa cosa

Riguardo alle differenze tra sordità e ipoacusia, le persone tendono ancora a fare molta confusione. Si tratta infatti in entrambi i casi di problemi dell’udito, che si distinguono però principalmente in base al grado di gravità del problema. La sordità è più spesso intesa come la completa assenza dell’udito in uno o in entrambe le orecchie.

Con il termine ipoacusia invece ci si riferisce alla diminuzione dell’udito in uno o entrambe le orecchie.

Alcuni autori hanno anche identificato una soglia di perdita uditiva in grado di discriminare tra ipoacusia e sordità: in base a questa interpretazione, una diminuzione dell’udito al di sotto degli 85 dB viene identificata come ipoacusia, mentre al di sopra di questa soglia si parla di sordità.

3) Sordo = muto

Purtroppo ancora oggi molte persone associano ancora la parola “sordo” alla parola “muto”. Tuttavia, i due termini non sono per forza associati: anche chi ha problemi uditivi dalla nascita può imparare a parlare correttamente grazie a una corretta e precoce protesizzazione acustica e a percorsi di apprendimento specifici con logopedisti e specialisti del linguaggio.

4) Sentiamo solo quello che vogliamo sentire

Alcune persone normoudenti a volte tendono a pensare che i soggetti con problemi uditivi spesso esagerino il proprio stato o che, addirittura, fingano di non capire di proposito. Questa falsa impressione potrebbe essere dovuta al fatto che non tutti gli ipoacusici hanno gli stessi problemi uditivi: in alcuni casi per esempio, la persona ipoacusica può percepire chiaramente alcune tipologie di suoni, ma fatica a riconoscere e comprendere le parole di qualcuno che gli parla vicino. La comprensione del parlato infatti è una delle attività che richiede un maggiore sforzo uditivo.

Gli attuali apparecchi acustici, grazie anche al settaggio realizzato da un Audioprotesista qualificato, sono in grado di compensare e risolvere la stragrande maggioranza dei problemi uditivi: i moderni Phonak Audéo Lumity per esempio, sfruttano le più recenti tecnologie uditive per migliorare la comprensione del parlato anche in ambienti rumorosi e affollati.

Scopri di più su Phonak Audéo Lumity

5) La perdita dell’udito limita le capacità delle persone

L’ultima idea sbagliata è che l’ipoacusia impedisca alle persone di fare determinate cose, limitando le possibilità che la vita mette a disposizione. Oggi non è più così! Grazie alle moderne soluzioni acustiche accessibili a chiunque, le persone ipoacusiche hanno le stesse capacità e possibilità delle persone normoudenti e possono lavorare, avere degli hobby e vivere una vita piena proprio come tutti.

Queste idee e preconcetti totalmente sbagliati sono in gran parte dovuti al fatto che nel mondo c’è ancora poca consapevolezza e conoscenza sulle tematiche legate ai  problemi uditivi. Quindi, non esitare a comunicare alle persone che ti stanno vicine la tua condizione e a fornirgli informazioni corrette su cosa significa essere ipoacusici!